Pizzoccheri di Tirano - Spaghettitaliani - la piattaforma dedicata al Made in Italy
Close

ATTENZIONE! Spaghettitaliani utlizza i Cookie. Puoi leggere come li usiamo nella nostra Informativa Cookie. Inoltre puoi leggere l'Informativa per la Privacy e le nostre Condizioni d'uso, tutte raggiungibili in ogni pagina del sito attraverso la voce Contatti e Info del Menù.

× INFO: Tutte le sezioni e i servizi di spaghettitaliani sono gratuiti e quanto viene pubblicato al suo interno non ha una periodicità regolare, quindi spaghettitaliani non può essere considerata una testata giornalistica.

 

Traslate:   francese   giapponese   inglese   portoghese   spagnolo   tedesco

Le Ricette d'Autore su Telegram
visualizza statistiche

 

Pizzoccheri di Tirano

Pastasciutte

 

Pizzoccheri di Tirano

Ricetta inserita in archivio il 08/11/2005 alle ore 18.47.35



Ricette d'Autore


Autore della Ricetta:

Grazia Guastini

Associazione

 

 

Dosi per: 4

farina nera di grano saraceno g 350
farina bianca g 100
patate g 250
carote una o due
fagiolini g 100
verze due o tre foglie
burro g 200
fornaggio di casèra g 200
aglio due spicchi
sale

 

Esecuzione:

Con le farine, il sale e un pò d'acqua si prepari una pasta più morbida di quella della versione originale dei pizzoccheri.

Pronta, la si faccia riposare per qualche minuto.

A parte, si cuociano in acqua salata le patate sbucciate e tagliate a pezzi grossi e i fagiolini.

Allorquando le due verdure sono quasi cotte, a più riprese, si prenda un pò di pasta su di un mestolo piatto e, servendosi, con la mano destra, di un coltello o di una forchetta, si stacchino i pizzoccheri uno per volta facendoli cadere direttamente nella pentola avendo l'accortezza di formarli a mò di piccoli sigari inizialmente lunghi tre centimetri e abbastanza spessi e poi, man mano, sempre più corti (fino ad un centimetro) e meno spessi (in modo che gli ultimi versati raggiungano la cottura dei primi).

Indi aggiungere le carote tagliate a spicchi e far cuocere per quindici minuti.

Cinque minuti prima di scolare, unire anche le verze.

Scolato il tutto, si versi in una terrina imburrata e si condisca a strati con burro fuso e formaggio di casera tagliato e fettine.

Servire caldi.

Regione: Lombardia

Note:

D'inverno la verza cuoce prima e, quindi, bastano 5 minuti.

D'estate si aggiunge contemporaneamente ai pizzoccheri.


Una raffinatezza: a Tirano si sceglie la verza dopo che ha subito il gelo invernale perchè in tal caso e più croccante.

 


 

 

 

  • Commenti
  • Aggiungi un commento


Non sono presenti commenti in questa Ricetta


Buona sera anonimo


Per aggiungere un commento devi essere registrato/a e loggarti


Fai il Login

Non hai un account? registrati o registra la tua attività.

 

 

Galleria fotografica:

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Pacchetto Ristorazione

Menù digitale multilingue e Servizio QRCode, Assistenza Marketing, Tenuta del Registro delle Presenze, ...

nuove opportunità e servizi innovativi per aumentare il tuo business