Maccheroni alla Ferdinando II - Spaghettitaliani - la piattaforma dedicata al Made in Italy
Close

ATTENZIONE! Spaghettitaliani utlizza i Cookie. Puoi leggere come li usiamo nella nostra Informativa Cookie. Inoltre puoi leggere l'Informativa per la Privacy e le nostre Condizioni d'uso, tutte raggiungibili in ogni pagina del sito attraverso la voce Contatti e Info del Menù.

× INFO: TUTTE LE SEZIONI E I SERVIZI DI SPAGHETTITALIANI SONO GRATUITI.


Le Ricette inserite su spaghettitaliani



 

Ricette d'Autore

Ricetta inserita in archivio il giorno 23/01/2005 alle ore 17.44.04

Maccheroni alla Ferdinando II

Pastasciutte

Autore della Ricetta:

Raffaele Bracale

Appassionato e studioso di ogni forma di cultura campana: lingua, tradizioni e cucina

 

 

immagine non disponibile

Dosi per: 6

gr. 600 di fettuccine
kg. 1 di pomodori freschi tipo San Marzano o Roma
½ cipolla
gr. 150 di prosciutto crudo tagliato a listarelle
gr. 300 di mozzarella in piccoli cubetti
gr. 100 di burro
gr. 100 di cacio da grattugiare
basilico in abbondanza

 

Esecuzione:

Preparate una buona salsa di pomodoro fresco al burro con la mezza cipolla affettata, con i pomodori pelati e quando è cotta aggiungetevi per un bollore il prosciutto crudo a listarelle ed il basilico spezzettato a mano.

Frattanto avrete lessato le fettuccine in abbondante acqua bollente salata.

Scolatela, unite il sugo, la mozzarella tagliata a piccoli dadini e il cacio grattugiato, mescolate il tutto e servite.

Qualora vorreste usare una pasta fatta in casa occorrerà preparare un sodo impasto con 6 etti di farina, 6 uova, un pizzico di sale e pochissimo olio; dopo aver fatto riposare sulla spianatoia l'impasto per un'ora, tirate con il matterello una sfoglia sottile di circa ½ cm. di spessore, piegatela più volte su se stessa e con un coltello affilato trinciate le tagliatelle larghe poco meno di 1 cm. scuotetele per farle aprire e lessatele in abbondante acqua salata, ma per brevissimo tempo: la pasta fresca non ha bisogno di lunga cottura.

Regione: Campania

Vino:

Solopaca Bianco Secco

Note:

E' un piatto molto semplice che si racconta però fosse molto amato dal sovrano borbonico FERDINANDO II al cui ciambellano Gennaro Spadaccini si deve l'invenzione della forchetta a quattro rebbi, che permise di servire i maccheroni ai pranzi di corte; la ricetta è ottima con qualsiasi tipo di pasta, ma sarebbe più opportuno eseguirla con pasta fatta in casa.

 

  • Commenti
  • Aggiungi un commento


Non sono presenti commenti in questa Ricetta


Buona sera anonimo


Per aggiungere un commento devi essere registrato/a e loggarti


Fai il Login

Non hai un account? registrati o registra la tua attività.

 

 

Galleria fotografica:

 

 

 

 

 

STATISTICHE GIORNALIERE

Pagine viste nel giorno 21/01/2020 :
1.005.016

STATISTICHE SETTIMANALI

Pagine viste nella settimana dal 12/01/2020 al 18/01/2020 :
5.259.635

STATISTICHE MENSILI

Pagine viste mensili al 21/01/2020 :
15.393.645

ANDAMENTO PROGRESSIVO ANNUO

Pagine viste annuali al 21/01/2020 :
15.393.645