Torta al testo - Cantina Donini - Spaghettitaliani - la piattaforma dedicata al Made in Italy
Close

ATTENZIONE! Spaghettitaliani utlizza i Cookie. Puoi leggere come li usiamo nella nostra Informativa Cookie. Inoltre puoi leggere l'Informativa per la Privacy e le nostre Condizioni d'uso, tutte raggiungibili in ogni pagina del sito attraverso la voce Contatti e Info del Menù.

× INFO: TUTTE LE SEZIONI E I SERVIZI DI SPAGHETTITALIANI SONO GRATUITI.


Le Ricette inserite da:
Cantina Donini



             

 

Ricette d'Autore

Ricetta inserita in archivio il giorno 22/01/2006 alle ore 20.22.31

Torta al testo

Pizze, focacce, calzoni

 

 

Torta al testo

Dosi per: 4

500 g di farina
5-6 cucchiai di olio
sale
pepe
1 cartina di lievito
2 uova
acqua q.b.

 

Esecuzione:

Mettere sulla spianatoia la farina a fontana, l'olio, il sale, il pepe, le uova, la cartina di lievito e l'acqua quanto basta per intridere un impasto morbido, ma consistente che deve essere lavorato a lungo e poi lasciato riposare per circa 15 minuti. Si stende poi con il "rasagnolo2 in forma rotonda alta circa 1 cm. Nel frattempo mettere a scaldare il testo sul fuoco (oggi esistono testi in leghe particolari adatti ad essere scaldati su fornelli a gas), quando è ben caldo si gira, si pulisce, se ne saggia il calore con un pizzico di farina e vi si pone sopra la torta accomodandola bene con le mani e bucandola con la punta di una forchetta. Il difficile per chi non è esperto arriva adesso: con sveltezza, con destrezza e senza romperla si prende la torta per i bordi e si gira dall'altra parte. Si lascia cuocere finchè, battendoci sopra con la lama di una coltella, la torta manda un ben suono sonoro. Anticamente dopo che la torta era stata girata, la si copriva con un foglio di carta paglia con sopra cenere infuocata e brace.

Regione: Umbria

Note:

La torta al testo è uno dei più tipici, sapidi e amati cibi perugini (con altri nomi ma quasi sostanzialmente uguale è altrettanto usata e amata in tutta l'Umbria).
La sua origine si perde nella notte dei tempi e gli anziani inorridirebbero nel sentire qualcuno in vena di raffinatezze chiamare la cara rozza torta "pizza" al testo. Ci sono alcune varianti alla torta classica di grano e granturco, "coi ciccioli", con l'uvetta, condita. La preparazione è semplice e facile, ma sempre leggermente diversa da casa a casa. Anticamente il suo consumo era quotidiano, quando il pane era un lusso e non tutti e non sempre avevano la farina "bianca" per confezionarlo.


Se hai inserito tu questa ricetta e ne sei l'autore, puoi richiedere GRATUITAMENTE l'applicazione del bollino RICETTA ORIGINALE, e richiederci successivamente la relativa certificazione GRATUITA.
Basta scaricare il modulo con la dichiarazione di paternità, compilarlo in tutte le sue parti a mano e inviarcelo (va bene anche una fotografia) all'indirizzo biennale@spaghettitaliani.com.

dichiarazione di paternità


 

  • Commenti
  • Aggiungi un commento


Non sono presenti commenti in questa Ricetta


Buon pomeriggio anonimo


Per aggiungere un commento devi essere registrato/a e loggarti


Fai il Login

Non hai un account? registrati o registra la tua attività.

 

 

Galleria fotografica:

 

 

 

STATISTICHE GIORNALIERE

Pagine viste nel giorno 07/04/2020 :
728.152

STATISTICHE SETTIMANALI

Pagine viste nella settimana dal 22/03/2020 al 28/03/2020 :
5.793.551

STATISTICHE MENSILI

Pagine viste mensili al 07/04/2020 :
4.987.293

ANDAMENTO PROGRESSIVO ANNUO

Pagine viste annuali al 07/04/2020 :
77.640.242