Andar per Cantine ad Ischia, in forte crescita la presenza di stranieri dall'Europa e dall'America articolo inserito su spaghettitaliani da Eduardo Cagnazzi
Close

ATTENZIONE! Spaghettitaliani utlizza i Cookie. Puoi leggere come li usiamo nella nostra Informativa Cookie. Inoltre puoi leggere l'Informativa per la Privacy e le nostre Condizioni d'uso, tutte raggiungibili in ogni pagina del sito attraverso la voce Contatti e Info del Menù.

× INFO: TUTTE LE SEZIONI E I SERVIZI DI SPAGHETTITALIANI SONO GRATUITI.

Traslate:   francese   giapponese   inglese   portoghese   spagnolo   tedesco

Articolo inserito da Eduardo Cagnazzi il giorno 05/10/2022 alle ore 08.04.19

Andar per Cantine ad Ischia, in forte crescita la presenza di stranieri dall'Europa e dall'America

 

immagine in primo piano


Un "Andar per Cantine" da record. La quattordicesima edizione che si è appena conclusa sull'isola d'Ischia è andata oltre le aspettative, sebbene gli organizzatori della Pro Loco Panza siano stati costretti a cancellare alcuni appuntamenti a causa delle avverse condizioni meteo. Con una percentuale significativa di giovani e, per quasi il cinquanta per cento, di turisti stranieri tra scandinavi, britannici, francesi, tedeschi, spagnoli e cechi, per la prima volta, un folto gruppo di americani da Stati Uniti e Canada. Tutti conquistati dall'accoglienza trovata lungo gli itinerari naturalistici e i percorsi di degustazione proposti ogni giorno dalla mattina alle ore serali, con l'aggiunta di vari appuntamenti speciali che hanno arricchito il programma di quest'anno, fitto di occasioni e di richiami per tutti i gusti e tutte le tasche dal 20 settembre al 2 ottobre.

In crescita anche il numero di cantine antiche, aziende agricole e agriturismi coinvolti: ben venti, in ogni versante dell'isola. Tutte realtà vocate alla produzione vinicola e singolarmente rappresentative della multiformità ambientale, paesaggistica, storica e antropica dell'Isola Verde. Una sintesi ideale di quasi tremila anni di presenza della vite e della cultura del vino, approdate sull'isola, primo centro coloniale della Magna Grecia, fin dall'VIII a.C. E l'antico rito greco del simposio si è ripetuto in tutte le tappe dei percorsi, celebrato in allegria e spensierata convivialità, superando ogni differenza linguistica e anagrafica, attorno alle tavole imbandite con i boccali dei vini bianchi e rossi rinomati dell'isola e i saporiti prodotti stagionali coltivati tra i filari di viti o negli orti vicini.

«È andata molto bene, abbiamo ancora incrementato la partecipazione con una importante presenza di turisti stranieri e verificato un maggiore interesse anche da parte degli ospiti italiani. Questa manifestazione - ha sottolineato il presidente della Pro Loco Panza, Leonardo Polito - ha fatto comprendere che Ischia può essere anche altro rispetto all'offerta tradizionale sole-mare-terme e che ha una proposta forte anche in autunno. Siamo orgogliosi di aver ricevuto richieste di turisti con mesi di anticipo rispetto al suo svolgimento e della ricaduta economica che questo movimento turistico ha avuto sul territorio. Tutto questo è stato possibile grazie all'impegno profuso da oltre cento volontari, che hanno collaborato con la Proloco per far funzionare perfettamente la complessa macchina organizzativa che ogni giorno ha fatto muovere in ogni angolo dell'isola centinaia di persone».

 



L'ottima vendemmia 2022, nonostante la siccità, e il progetto regionale dei percorsi enogastronomici

La coincidenza della manifestazione con il tempo della vendemmi ha offerto l'occasione per un primo bilancio dell'annata 2022 nel convegno "Vigneto ischitano, il tesoro dell'isola", tenutosi in collaborazione con Coldiretti sabato 1° ottobre a Forio. Nonostante la siccità della primavera e dell'estate, l'uva è stata di qualità eccellente e in alcune zone si è registrato anche un aumento delle rese per ettaro (poco più di cento ettari coltivati a vigneto per le Doc isolane): un incentivo a proseguire il recupero delle aree vitate abbandonate in atto da qualche anno a Ischia, che è stato illustrato dal presidente di Coldiretti Napoli, Andrea D'Ambra. In ambito regionale, la cabina di regia vitivinicola attivata con la partecipazione di tutti i consorzi è finalizzata, come ha ribadito l'assessore all'Agricoltura, Nicola Caputo, proprio a rafforzare il sistema, tanto più in una fase di grossa difficoltà del comparto per l'aumento dei costi dell'energia e dei fertilizzanti. Tra le iniziative in cantiere, Caputo ha anticipato che in sinergia con l'assessorato regionale al Turismo si sta lavorando a un progetto delle Regione sui percorsi enogastronomici, in linea con l'aumento della domanda di turismo esperienziale sia dall'Italia che dall'estero.

Eduardo Cagnazzi

 

  • Commenti
  • Aggiungi un commento


Non sono presenti commenti in questo Articolo


Buon pomeriggio anonimo


Per aggiungere un commento devi essere registrato/a e loggarti


Fai il Login

Non hai un account? registrati o registra la tua attività.

 

Galleria fotografica:

Andar per Cantine ad Ischia
Andar per Cantine ad Ischia
Andar per Cantine ad Ischia

 

 

 

Pacchetto Ristorazione

Menù digitale multilingue e Servizio QRCode, Assistenza Marketing, Tenuta del Registro delle Presenze, ...

nuove opportunità e servizi innovativi per aumentare il tuo business