L’Unione Italiana Vini ha un nuovo vicepresidente: è Sandro Sartor AD di Ruffino
L’Unione Italiana Vini ha un nuovo vicepresidente: è Sandro Sartor AD di Ruffino
L’Unione Italiana Vini ha un nuovo vicepresidente: è Sandro Sartor AD di Ruffino, eletto durante l’ultima assemblea generale, svoltasi a Roma, di Eduardo Cagnazzi

Sandro Sartor, presidente e AD di Ruffino, è il nuovo vicepresidente dell’Unione Italiana Vini.

È stato eletto durante l’ultima assemblea generale, svoltasi a Roma, che ha rinnovato i membri del consiglio nazionale e i vertici dell’associazione più importante del settore in Italia che resteranno in carica fino al 2024.

«È una nomina che mi riempie di orgoglio e della quale sono molto onorato. - dichiara Sandro Sartor - Avrò la possibilità di lavorare al fianco a persone che conosco da tanti anni e di cui ho grandissima stima, a partire dal nuovo presidente Lamberto Frescobaldi e da Chiara Lungarotti, che insieme a me ricoprirà il ruolo di vicepresidente. Saranno anni impegnativi e pieni di sfide quelli che ci aspettano, legati alla transizione ecologica che tutto il settore agroalimentare dovrà affrontare. Le direttive europee connesse alla strategia “Farm to Fork” indicano una strada ricca di possibilità, innovazione e benessere, e allo stesso tempo non scevra da rischi e difficoltà, che, come settore, dobbiamo essere in grado di trasformare in opportunità di sviluppo e business».

La nomina di Sandro Sartor si affianca a un’altra carica internazionale, quella di presidente di Wine in Moderation (WIM), associazione europea con sede a Bruxelles che promuove la cultura del consumo consapevole e del bere responsabile e sancisce, dunque, una coerente continuità di pensiero tra Ruffino e le mission istituzionali all’interno di un contesto europeo che vedrà portare avanti con doverosa ambizione e determinazione un programma unico, corale, volto a preservare e incentivare la cultura del vino.

«In tema di alcool e salute l’intero settore deve dimostrarsi responsabile e sensibile, senza dover sentire la necessità di rispondere a meri attacchi ideologici. - conclude Sandro Sartor - UIV persegue valori e attività importanti e cari anche a Ruffino, sia in ambito nazionale che internazionale, legati alla salute, alla sostenibilità e alla valorizzazione della cultura del vino, che sono al centro del nostro progetto “Ruffino Cares” e condivisi ogni anno nel nostro Bilancio di Sostenibilità. Siamo quindi certi che potremo portare un contributo importante all’interno dell’associazione».

Eduardo Cagnazzi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Translate »
Scroll to Top