Cicoria selvatica all'aglio su crema di fave e filetto di maiale nero al salto - Andrea Barone - Spaghettitaliani - la piattaforma dedicata al Made in Italy
Close

ATTENZIONE! Spaghettitaliani utlizza i Cookie. Puoi leggere come li usiamo nella nostra Informativa Cookie. Inoltre puoi leggere l'Informativa per la Privacy e le nostre Condizioni d'uso, tutte raggiungibili in ogni pagina del sito attraverso la voce Contatti e Info del Menù.

× INFO: TUTTE LE SEZIONI E I SERVIZI DI SPAGHETTITALIANI SONO GRATUITI.

Cicoria selvatica all'aglio su crema di fave e filetto di maiale nero al salto

Antipasti caldi

 

Cicoria selvatica all'aglio su crema di fave e filetto di maiale nero al salto

Ricetta inserita in archivio da Andrea Barone il 07/11/2013 alle ore 17.44.48



Ricette d'Autore


Autore della Ricetta:

Andrea Barone

Chef di Cucina

 

 

Dosi per: 4

gr 800 di Cicoria selvatica o Puntarelle o Bietola
1 spicchio d'Aglio in camicia
Lt 0.200 d'Olio extravergine di oliva delle Colline del Vulture
gr 600 di Filetto di Maiale Nero Selvatico
gr 200 di Fave secche
Sale q.b.
1 foglia di alloro

 

Esecuzione:

Bollire la cicoria in 250 cc di acqua in modo da non disperdere molto le proprietà nutritive, scolarle, lasciarle in un colino a scolare dall'acqua in eccesso.
Nel frattempo ricavare dal filetto di maiale delle fette regolari, batterle leggermente con il palmo della mano e tenerle da parte.
Mettere le fave secche in acqua fredda coprendole a filo, aggiungere una foglia di alloro e cuocere fino ad assorbimento dell'acqua, girare con una spatola di legno fino ad ottenere una purea grossolana.
Scaldare una padella l'olio extravergine con l'aglio in camicia, brunirlo leggermente ed aggiungere la cicoria, regolare di sale.
Togliere dalla padella la cicoria e passarvi il filetto per 2 minuti per lato.
Posizionare in una fondina la crema di fave, centrare con la cicoria e sormontare con il filetto di maiale. Dressare con un filo di olio evo del Vulture Sarolo.

Chef Andrea Barone

Regione: Basilicata

Vino:

Grottino di Roccanova.

Note:

Da provare sopratutto in inverno.

 



 


Se hai inserito tu questa ricetta e ne sei l'autore, puoi richiedere GRATUITAMENTE l'applicazione del bollino RICETTA ORIGINALE, e richiederci successivamente la relativa certificazione GRATUITA.
Basta scaricare il modulo con la dichiarazione di paternità, compilarlo in tutte le sue parti a mano e inviarcelo (va bene anche una fotografia) all'indirizzo biennale@spaghettitaliani.com.

dichiarazione di paternità


 

  • Commenti
  • Aggiungi un commento


Non sono presenti commenti in questa Ricetta


Buon pomeriggio anonimo


Per aggiungere un commento devi essere registrato/a e loggarti


Fai il Login

Non hai un account? registrati o registra la tua attività.

 

 

Galleria fotografica:

 

 

 

Spaghettitaliani si occupa anche di Marketing e Digital Marketing per la Ristorazione

per info contattaci con WhatsApp al numero 393 874 4749