BIRRIFICIO B.A.H.M. Birrificio Artigianale Hand Made San Vito Romano articolo inserito su spaghettitaliani da Stefano Bartolucci
Close

ATTENZIONE! Spaghettitaliani utlizza i Cookie. Puoi leggere come li usiamo nella nostra Informativa Cookie. Inoltre puoi leggere l'Informativa per la Privacy e le nostre Condizioni d'uso, tutte raggiungibili in ogni pagina del sito attraverso la voce Contatti e Info del Menù.

× INFO: TUTTE LE SEZIONI E I SERVIZI DI SPAGHETTITALIANI SONO GRATUITI.

Traslate:   francese   giapponese   inglese   portoghese   spagnolo   tedesco

Articolo inserito da Stefano Bartolucci il giorno 08/02/2016 alle ore 17.11.51

BIRRIFICIO B.A.H.M. Birrificio Artigianale Hand Made San Vito Romano

 

immagine in primo piano

Ho saputo dell'apertura di un birrificio, inaugurato a Maggio di quest'anno, ed ho deciso di andarlo a cercare, non sapevo esattamente l'ubicazione precisa, le mie notizie erano solo sul luogo: alla fonte di S. Vito Romano, nel cuore dei monti prenestini.
Decido di andare ad assaggiare le loro birre insieme a mia moglie, una sera dopo il servizio al ristorante.
All'arrivo trovo una struttura in mattoni, appena ritinteggiata, di color bianco con un grandissimo disegno stile fumetto con la scritta B.A.H.M., parcheggio ed entro.
Aprendo la porta vengo accolto da un grande sorriso e dalla cortesia dalla ragazza di cui non ricordo esattamente il nome ma la sensazione è stata piacevole, mi accomodo e chiedo del titolare.
Mentre attendo, mi guardo intorno e vedo che sulla sinistra del locale c'è il laboratorio pulito quasi a livello maniacale che è separato dal resto della sala da una grande vetrata e sul soffitto, al posto del tetto, ci sono delle vetrate che fanno vedere il cielo.
Arriva un ragazzo che si presenta come il titolare e subito gli chiedo delle informazioni.
B.A.H.M. ovvero Birrificio Artigianale Hand Made é un'idea di Simone Tariciotti, Carlo e Daniele fratello, cugino e soci in affari che hanno deciso di aprire un brewpub, ovvero locali che producono birra per il consumo interno, spesso abbinato ad attività di ristorazione, utilizzando l'acqua della fonte di S. Vito Romano per la realizzazione del prodotto finale.
Ragazzi giovananissimi di 28/30 anni ma di grande cultura e esperienza, partiti come tanti con una produzione casalinga di 23 lt e che ora vantano un'impianto di 3000 lt circa, pari a sei cicli da 600 lt dove i mastri birrai sono Simone e Federico ( quest'ultimo non socio del birrificio). Rimango stupito dalla passione e dai racconti di Simone che mi dovizia di particolari su come è partita quest'avventura e su come sia il riscontro degli estimatori di birra artigianale così prendo la palla al balzo e mi autoinvito alla "cotta" del giorno dopo per vedere dal vivo come lavora il loro birrificio.
Appuntamento alle 9.00, io come al solito in ritardo, e trovo Simone e Fedrico già intenti nella preparazione e nella cottura del malto e mi spiegano passo passo quello che è il processo.
La produzione della birra è suddivisa in varie fasi, da quella embrionale nella quale viene formulata la ricetta, si decidono lo stile dei malti che si intendono utilizzare e i luppoli fino alla fermentazione che rappresenta l'ultimo step del processo produttivo.
MOLITURA DEL MALTO Una volte decisi gli ingredienti, si procede alla molitura dei grani di malto d'orzo il cui contenuto amidaceo deve essere reso accessibile, tramite la frantumazione dei chicchi, perché possano aver luogo delle specifiche trasformazioni enzimatiche nella successiva fase.
AMMOSTAMENTO Nella fase di ammostamento, anche detta mashing, il cereale macinato viene miscelato con acqua calda per permettere l'attivazione degli enzimi contenuti nel malto, l'amido si trasforma in zuccheri fermentiscibili in condizioni di temperatura e acidità controllate. La amalgama viene portata a temperatura tramite riscaldamento diretto della miscela acqua/cereale.
FILTRAZIONE Dopo che la trasformazione degli amidi in zuccheri è avvenuta completamente, è necessario filtrare l'impasto, questa fase è realizzata con l'ausilio di un tino filtro dotato di doppio fondo che, fornendo un supporto alle trebbie, permette al mosto ad alto contenuto di zuccheri, di essere filtrato sino a risultare privo di impurità. Le trebbie vengono dunque sottoposte allo sparging per completare l'estrazione degli zuccheri rimasti intrappolati.
BOLLITURA e LUPPOLAMENTO La bollitura del mosto, successiva alla filtrazione, viene effettuata per 60 minuti ed assolve diverse funzioni:sterilizza il mosto, lo concentra, permette l'estrazione della componente amaricante e aromatica del luppolo.
RAFFREDDAMENTO Il mosto viene raffreddato durante il trasferito in fermentatori per consentire l'inoculo dei lieviti necessari alla fermentazione.
FERMEMNTAZIONE L'ultima fase è il processo metabolico nel quale il lievito trasforma lo zucchero in anidride carbonica, alcool ed energia, la durata del processo è di circa tre settimane cui segue la maturazione che ha una durata variabile. Al termine di questi processi la birra è pronta per essere consumata.
Le loro realizzazioni come birra artigianale, sempre presenti, tanto da poter essere annoverate come cavalli di battaglia, sono la Molesta e la Malasuerte oltre a quelle variabili come la Molly o la Goldie
La Molesta American Pale Ale (APA) 5.9 % Dal colore ambrato e dai profumi floreali e di frutta tropicale con una punta di albicocca matura "La Molesta" è una Apa perfettamente in stile, i malti sono stati miscelati per creare un sapore di cereale nettamente distinguibile, e la scelta dei luppoli, Cascade ed Amarillo, generosamente utilizzati durante tutta la bollitura, donano profumi freschi ed un amaro morbido ma persistente, che invita a finire velocemente il bicchiere.
Malasuerte Dry Stout Irlandese 5 % Nera e con la schiuma color caffellatte questa classica dry stout premia le aspettative di chi vuole assaporare una vera irlandese. Note di caffè, tabacco e liquirizia si uniscono ad una leggera fava di cacao, la birra è immediatamente beverina e l'amaro ben bilanciato la rende un prodotto rotondo e godibile anche dai meno amanti delle scure.
Io le ho assaggiate tutte quelle in mescita e vi assicuro che nonostante sia amante delle birre decise, debbo dire che non ce n'è stata una che non mi è piaciuta, tutte buonissime, di carattere e fatte su misura per i palati più diversi e le ho accompagnate con un hamburger di lusso con cipolle caramellate alla birra, pancetta croccate e formaggio, divino. Andate perchè non potete perdervi questa delizia dei monti prenestini.
Ringrazio Simone per avermi dato questa opportunità di assistere e per avermi fatto partecipe dei principi generali su come si fa la birra artigianale e su come funziona la sua azienda. Ad maiora
Il B.A.H.M.Birrificio Artigianale Hand Made si trova Strada Provinciale 7f o Santa Maria de Mattias 17 a San Vito Romano (RM) zona La Fonte tel.069571797


 

  • Commenti
  • Aggiungi un commento


Non sono presenti commenti in questo Articolo


Buona sera anonimo


Per aggiungere un commento devi essere registrato/a e loggarti


Fai il Login

Non hai un account? registrati o registra la tua attività.

 

Galleria fotografica:

-birra artigianale hand made

 

 

 

Pacchetto Ristorazione

Menù digitale e Servizio QRCode, Assistenza Marketing, Tenuta del Registro delle Presenze, ...

nuove opportunità e servizi innovativi per aumentare il tuo business