Eclaire alla chantilly - Pasquale Franzese - Spaghettitaliani - la piattaforma dedicata al Made in Italy
Close

ATTENZIONE! Spaghettitaliani utlizza i Cookie. Puoi leggere come li usiamo nella nostra Informativa Cookie. Inoltre puoi leggere l'Informativa per la Privacy e le nostre Condizioni d'uso, tutte raggiungibili in ogni pagina del sito attraverso la voce Contatti e Info del Menù.

× INFO: TUTTE LE SEZIONI E I SERVIZI DI SPAGHETTITALIANI SONO GRATUITI.


Le Ricette inserite da:
Pasquale Franzese



             

 

Ricette d'Autore

Ricetta inserita in archivio il giorno 24/08/2018 alle ore 20.07.14

Eclaire alla chantilly

Dolci, dolcetti

Autore della Ricetta:

Pasquale Franzese

Chef/Docente di enogastronomia

 

 

-Eclaire alla chantilly

Dosi per: 10

Per la pasta choux:
130 gr acqua
130 gr latte
150 gr farina
50 gr burro
2 gr sale
3 uova

Per la crema chantilly tradizionale:
500 gr panna montata
50 gr zucchero a velo
2 gr vaniglia pura liquida

Per la crema chantilly all'Italiana detta crema diplomatica:
500 gr crema pasticcera
500 gr panna montata

 

Esecuzione:

Pasta choux:
Scaldare l'acqua e il latte in una casseruola con il burro e un pizzico di sale, portare a ebollizione.
Fuori dal fuoco aggiungere la farina setacciata, mescolando rapidamente con un cucchiaio.
Lasciare cuocere per qualche minuto, sino a quando la "polentina" che si è formata si stacca bene dal fondo della casseruola.
Una volta tiepida, incorporare una per volta le uova intere e mescolare energicamente.
Formare con la sac a poche delle strisce su una teglia con carta da forno.
Cuocere in forno a 200/230°C per 25 minuti circa.

Crema chantilly:
Aromatizzare la panna con la vaniglia liquida.
Aggiungere lo zucchero e montare.

Crema chantilly all'italiana:
Mescolare la crema pasticcera fredda con la panna montata.

Assemblaggio:
Farcire i dolci con una delle due creme a scelta.
Spolverare con zucchero a velo o glassa a scelta.

Regione: Sardegna

Vino:

Piero Mancini: Moscato di Sardegna DOC
Presente sull’Isola dai tempi dei Romani, il vitigno Moscato DOC coltivato nelle vigne di Piero Mancini in Gallura, produce un vino eccezionale, unico, dal grande aroma e dal profumo inconfondibile.

Note:

I primi eclair furono preparati nel lontano 1540 dal cuoco di Caterina de' Medici per poi entrare a far parte della pasticceria tradizionale solo nel XVII secolo. La forma degli eclair è solitamente oblunga, ma si possono trovare anche rotondi. Si possono completare in diversi modi, con una spolverata di zucchero a velo o glassi. La pasta choux viene fatta in parte con il latte anche se molti utilizzano come liquido solo acqua.
il mio primo libro pubblicato:
http://ilmiolibro.kataweb.it/schedalibro.asp?id=914360
il mio secondo libro pubblicato:
http://ilmiolibro.kataweb.it/libro/cucina/88462/i-segreti-del-pizzaiolo/


Se hai inserito tu questa ricetta e ne sei l'autore, puoi richiedere GRATUITAMENTE l'applicazione del bollino RICETTA ORIGINALE, e richiederci successivamente la relativa certificazione GRATUITA.
Basta scaricare il modulo con la dichiarazione di paternità, compilarlo in tutte le sue parti a mano e inviarcelo (va bene anche una fotografia) all'indirizzo biennale@spaghettitaliani.com.

dichiarazione di paternità


 

  • Commenti
  • Aggiungi un commento


Non sono presenti commenti in questa Ricetta


Buona sera anonimo


Per aggiungere un commento devi essere registrato/a e loggarti


Fai il Login

Non hai un account? registrati o registra la tua attività.

 

 

Galleria fotografica:

-Eclaire alla chantilly
-Eclaire alla chantilly

 

-Eclaire alla chantilly

 

 

STATISTICHE GIORNALIERE

Pagine viste nel giorno 18/10/2019 :
432.993

STATISTICHE SETTIMANALI

Pagine viste nella settimana dal 06/10/2019 al 12/10/2019 :
4.169.749

STATISTICHE MENSILI

Pagine viste mensili al 18/10/2019 :
10.726.222

ANDAMENTO PROGRESSIVO ANNUO

Pagine viste annuali al 18/10/2019 :
149.601.435