Brutti ma buoni - Pasquale Franzese - Spaghettitaliani - la piattaforma dedicata al Made in Italy
Close

ATTENZIONE! Spaghettitaliani utlizza i Cookie. Puoi leggere come li usiamo nella nostra Informativa Cookie. Inoltre puoi leggere l'Informativa per la Privacy e le nostre Condizioni d'uso, tutte raggiungibili in ogni pagina del sito attraverso la voce Contatti e Info del Menù.

× INFO: TUTTE LE SEZIONI E I SERVIZI DI SPAGHETTITALIANI SONO GRATUITI.


Le Ricette inserite da:
Pasquale Franzese



             

 

Ricette d'Autore

Ricetta inserita in archivio il giorno 28/01/2019 alle ore 18.18.21

Brutti ma buoni

Dolci, dolcetti

Autore della Ricetta:

Pasquale Franzese

Chef/Docente di enogastronomia

 

 

-Brutti ma buoni

Dosi per: 10

150 gr granella di nocciole "leggermente tostate"
150 g di zucchero
90 g albumi
un pizzico di sale
2 gr vaniglia
2 g ammoniaca per dolci "facoltativo"

 

Esecuzione:

Montare gli albumi a neve con il sale.
Aggiungere lo zucchero e creare una meringa ferma.
Incorporare alla meringa le nocciole senza smontare il composto..
Versare il composto in una casseruola.
A fiamma moderata cuocere sino a quando il composto diventa di un colore biondo.
Con l'aiuto di un cucchiaio bagnato con acqua, formare dei piccoli gnocchetti su teglia foderata con carta da forno.
Infornare a 140° per circa 35/40 minuti.

Regione: Piemonte

Vino:

Donna Jolanda - Nasco "cantina Meloni"
Nasco di Cagliari D.O.C.
Nasco è un vino bianco a Denominazione di Origine Controllata ottenuto da uve Nasco.
Vino di colore giallo brillante, dal profumo delicato, con leggero aroma di uva. Al palato si presenta dolce, gradevole, con punta leggermente amarognola caratteristica. Vino da meditazione, dessert, dolci, ottimo come aperitivo. Servire alla temperatura di 6-8 °C.

Note:

Molti ritengono che siano originari del Piemonte, altri dell'Emilia; a Prato è conosciuta la variante dei "Bruttiboni" o "Mandorlati di San Clemente" preparati con sole mandorle dolci e amare, scorza di limone e amalgamati sempre con chiari d'uovo montati e cotti prima in pentola e poi nel forno sopra una sottile ostia. Si dice, però, che i "Brutti ma buoni originali" siano quelli di Gavirate, nati nel 1878 nell'antica pasticceria di Costantino Veniani. Sono realizzati, incartati e confezionati a mano, avvolti nella tipica e inimitabile cartina stile liberty della pasticceria (il cui marchio è anche registrato presso l'ufficio brevetti) rappresentante l'immagine del museo dell'Isolino Virginia su un lato e l'immagine della chiesetta gaviratese della Santissima Trinità sull'altro. Nel 2008, grazie al recupero della ricetta della "Variante alla Cannella", ritrovata in un vecchio ricettario di un pasticcere milanese presso un mercatino di libri antichi, è stato possibile riprodurre e riproporre al pubblico i brutti ma buoni alla cannella incartati da un involucro rosso, come alternativa agli originali alla vaniglia.


Se hai inserito tu questa ricetta e ne sei l'autore, puoi richiedere GRATUITAMENTE l'applicazione del bollino RICETTA ORIGINALE, e richiederci successivamente la relativa certificazione GRATUITA.
Basta scaricare il modulo con la dichiarazione di paternità, compilarlo in tutte le sue parti a mano e inviarcelo (va bene anche una fotografia) all'indirizzo biennale@spaghettitaliani.com.

dichiarazione di paternità


 

  • Commenti
  • Aggiungi un commento


Non sono presenti commenti in questa Ricetta


Buon giorno anonimo


Per aggiungere un commento devi essere registrato/a e loggarti


Fai il Login

Non hai un account? registrati o registra la tua attività.

 

 

Galleria fotografica:

-Brutti ma buoni
-Brutti ma buoni
-Brutti ma buoni
- Brutti ma buoni

 

 

 

STATISTICHE GIORNALIERE

Pagine viste nel giorno 28/01/2020 :
924.753

STATISTICHE SETTIMANALI

Pagine viste nella settimana dal 19/01/2020 al 25/01/2020 :
6.289.866

STATISTICHE MENSILI

Pagine viste mensili al 28/01/2020 :
21.642.694

ANDAMENTO PROGRESSIVO ANNUO

Pagine viste annuali al 28/01/2020 :
21.642.694